cropped-IMG_5535_rid_1.fw_.pngcropped-IMG_5552_rid.jpgcropped-IMG_5543.jpgcropped-IMG_5500.jpgcropped-IMG_5510.jpgcropped-IMG_5522.jpgcropped-DSC_3566.jpgcropped-IMG_5495.jpg

Incontro in Regione Piemonte

Pubblicato il: 15 giugno 2013

INCONTRO IN REGIONE PIEMONTE COI SINDACI DI CASTAGNOLE PIEMONTE, VIRLE PIEMONTE, OSASIO

Torino,  12 GIUGNO 2013

 

In data 12 giugno 2013, presso la Regione Piemonte, si è svolto un incontro con i Sindaci di Castagnole Piemonte, Virle Piemonte e Osasio.

L’incontro è stato richiesto dai Sindaci al Direttore all’Innovazione, Ricerca, Università e Sviluppo Energetico Sostenibile, per condividere un aggiornamento in merito alle azioni sostenute dalla Regione Piemonte a favore dello sviluppo della banda larga nelle aree ancor oggi soggette a digital divide, come i tre Comuni presenti.

In occasione della riunione è stato fatto loro presente quanto segue:

Regione Piemonte sta continuando a lavorare, unitamente ad Infratel (Ente attuatore del Ministero per lo Sviluppo Economico – MISE), alla realizzazione del piano di interventi previsto nell’Accordo firmato nel 2010 ( HYPERLINK “http://www.wi-pie.org/cms/cose-wi-pie/accordi.html” http://www.wi-pie.org/cms/cose-wi-pie/accordi.html).

Nell’ambito di questo Accordo sono inclusi i Comuni di Castagnole Piemonte, Virle Piemonte e Osasio e le attività di infrastrutturazione delle relative centrali sono conclusi. Ad oggi però nessun operatore ha ancora avviato la commercializzazione del servizio e, pertanto, la relativa attivazione.

E’ stato confermato ai Sindaci presenti l’impegno costante della Regione Piemonte a dare una risposta a tutti quei Comuni, cittadini, aziende ancora privi di un servizio di connettività.

In proposito sono stati fatti incontri in Regione con i principali operatori di telecomunicazioni (quali Telecom Italia, Wind, Fastweb) per far loro presente la conclusione dei lavori in centrale e sollecitarli ad aprire il servizio. Inoltre, in un recente scambio di email,  il Direttore regionale all’Innovazione ha evidenziato al MISE e ad Infratel la necessità di un’azione congiunta urgente verso gli operatori per sensibilizzarli sulla tematica. Questo per evitare il rischio di non ottimizzare gli investimenti sinora fatti dalla Pubblica Amministrazione e di non dare concretamente il servizio ai cittadini ancora in digital divide.

In occasione dell’incontro coi Sindaci, infine, è stato evidenziato l’impegno dell’Amministrazione regionale sui seguenti fronti:

è stato sottoscritto, a febbraio 2013,  il nuovo Accordo tra Regione Piemonte e MISE ( HYPERLINK “http://www.wi-pie.org/cms/news/169-accordo-2013-firmato-da-regione-piemonte-e-mise-per-lo-sviluppo-della-banda-larga-.html” http://www.wi-pie.org/cms/news/169-accordo-2013-firmato-da-regione-piemonte-e-mise-per-lo-sviluppo-della-banda-larga-.html), per dare ulteriore sviluppo alle attività previste nell’Accordo del 2010 e rafforzare l’azione congiunta per la realizzazione dell’infrastruttura di telecomunicazioni a supporto della diffusione della banda larga in tutto il territorio della Regione Piemonte.

Le modalità saranno regolate e definite in una successiva specifica Convenzione Operativa sui cui le Parti stanno attualmente lavorando e dove saranno precisati tutti i dettagli tecnici dell’iniziativa.

Il valore complessivo è pari a 90 milioni di Euro (45 milioni di fondi MISE dal Piano Nazionale banda larga e altrettanti che la Regione Piemonte si è impegnata a reperire nell’ambito della nuova Programmazione 2014-2020 dei fondi europei a finalità strutturale).

reti wireless: è stato emesso un bando che ha l’obiettivo di promuovere la diffusione di servizi di accesso Wi-Fi gratuito e aperto, dando seguito e concretezza alla Legge regionale n. 5 del 2011: http://www.wi-pie.org/cms/news/170-pubblicato-il-bando-wi-fi-libero.html.

E’ tuttora possibile presentare domanda per contributi o voucher ai soggetti (esercizi commerciali) che offrono a terzi servizi di accesso Wi-Fi gratuiti e aperti.